Dettaglio

Cittadinanza onoraria alla Scuola Allievi Carabinieri

Una cittadinanza onoraria molto speciale per concorrere a salvare la Scuola Allievi Carabinieri, operativa dal giugno 1966, presso la Caserma Piave (poi Carlo Alberto Dalla Chiesa). La proposta arriva dalla capogruppo della Lega Nord Anna Mantini, che ha depositato in Consiglio una specifica interrogazione, alimentando un dibattito. "Fino a quando era in vigore la leva militare obbligatoria, la Scuola ha ospitato circa 4000 allievi all'anno e tuttora ospita, seppure in numero ridotto, i militari del II Battaglione Allievi, il che ne fa un fiore all'occhiello della nostra Città anche per le occasioni di lavoro create". Nel 2016 - decreto Monti permettendo - "ricorreranno i cinquant'anni dall'insediamento della Scuola Allievi Carabinieri, e in tutto questo tempo si è creato un legame molto stretto con Fossano, la cui Amministrazione comunale dovrebbe ricambiare i benefici ricevuti con il conferimento della più alta onorificenza da parte di un Comune".
Ecco quindi la proposta:"Riteniamo doveroso - concludono Mantini e il collega Adriano Testa - che l'Amministrazione civica dimostri tangibilmente riconoscenza per quanto è stato realizzato dalla Scuola Allievi Carabinieri in termini di crescita sociale e professionale di migliaia di giovani e in termini di prestigio conferito alla nostra città. L'assegnazione della cittadinanza onoraria avrebbe anche la finalità di suggellare un legame che dura da 46 anni e che auspichiamo continui con reciproca soddisfazione ancora per molto tempo".
I due interrogandi chiedono, in caso di accoglimento della richiesta, tempi certi per l'iter di conferimento della onorificenza.