Dettaglio

Anche Fossano si tinge di rosso per dire no alla violenza

Il cuore bipartisan della lotta alla violenza unisce la consigliera Mantini e l’assessora Ballario
L’idea è partita dalla consigliera Anna Mantini che, prendendo esempio da Torino, ha proposto al consiglio comunale lo scorso giovedì 28 aprile, di dedicare una panchina, dipinta di rosso, a Silvana Allasia, il cui anniversario ricorre venerdì 6 maggio.
Il fitto calendario di argomenti all’ordine del giorno non avrebbe permesso di affrontare l’argomento, ma l’assessora Ballario ha voluto rispondere alla consigliera Mantini accogliendo la sua proposta. Cristina Ballario ha dunque contattato il writer torinese Karim Cherif, autore delle panchine rosse del capoluogo sabaudo e della vicina Bra che ha accolto la richiesta della città di Fossano e oggi, martedì 3 maggio ha dipinto una panchina di viale Mellano dedicandola proprio a Silvana Allasia, il cui anniversario ricorrerà venerdì 6 maggio.
"Ho contattato direttamente l'artista torinese che mi ha dato l'immediata disponibilità  a realizzare le sue panchine anche a Fossano - spiega l'assessora Cristina Ballario -. L'idea è la stessa adottata nel capoluogo piemontese,ma quelle  fossanesi  presentano delle peculiarità che saranno illustrate in occasione della loro inaugurazione .Abbiamo deciso di dedicare l'area verde alla memoria di Silvana  Allasia - prosegue l'Assessore - .Le panchine rosse vogliono essere un simbolo per non dimenticare e mantenere elevata la soglia di attenzione su questo tragico fenomeno che interessa trasversalmente tutta la popolazione, a prescinder dall'età e dal ceto sociale,e costituiscono l'inizio di un percorso antiviolenza che verrà sviluppato su tutto il territorio cittadino."
“A breve, a Torino, sarà intitolata a Silvana Allasia la scuola materna di piazza Guala nella quale insegnava – ha detto la consigliera Anna Mantini – credo sia importante che anche a Fossano si compia un gesto analogo per ricordarla, ma soprattutto per non far dimenticare che anche in Italia sono migliaia le donne che subiscono violenza. Una violenza continua e feroce che arriva in media ogni tre giorni a un femminicidio”.
Partendo dall’interrogazione di Anna Mantini, dunque, l’amministrazione comunale ha individuato una panchina di viale Mellano nella zona dei giochi per i bambini come primo passo per individuare un percorso anti violenza. Le panchine rosse di Karim sono state pensate come i posti vuoti lasciati dalle donne assassinate da mariti o compagni di vita e l’idea è quella di collocarne in diversi punti della città perché è in un punto qualunque di una qualsiasi città che potrebbe sedere una vittima.
Karim Cherif ha dipinto questa mattina due panchine collegate tra loro. Sulla prima ci sono gli occhi di una donna, incredibilmente simili a quelli di Silvana Allasia. Accanto agli occhi una frase, scelta dalla sorella di Silvana, Agnese: “La non violenza è il primo articolo della mia fede. E anche l’ultimo del mio credo”. Una frase del Mahatma Gandhi che non parla di violenza, ma invita alla pace. Sulla seconda panchina il nome di Silvana Allasia e due coccinelle, scelte dai figli della donna per ricordare il loro legame.
Sono già una sessantina le panchine che Karim ha realizzato in due anni di lavoro. Opera in silenzio e con gentilezza si consulta con chi lo interpella. Quelle realizzate questa mattina potrebbero essere le prime panchine di un percorso pedagogico che coinvolga sia Karim che i giovani fossanesi per lavorare sulla consapevolezza e sulla lotta alla violenza di genere.
L’area scelta è significativa sotto molti aspetti: è vicina ai giochi bimbi che subiscono la perdita della madre, è in un’area verde ed è rivolta verso l’orizzonte in un punto con una bellissima visuale ed è videosorvegliata. In questo modo sarà possibile evitare che subisca danni da vandali come accaduto, in un caso, a Torino.
La cerimonia di inaugurazione avrà luogo venerdì 6 maggio alle 11.
Agata Pagani
Targatocn 3 maggio 2016