Dettaglio

10 febbraio 1947 fuga dall'Istria

Martedì 16 febbraio a Fossano una giornata, organizzata dal circolo culturale “Il ragno” e patrocinata dalla Provincia di Cuneo e dal Comune, sarà dedicata alla commemorazione delle vittime delle foibe e agli esuli istriano-dalmati.
L’iniziativa, a cui sono invitati tutti i cittadini, è intitolata “10 febbraio, Giorno del ricordo-Il rumore del silenzio – L’esodo e le foibe” e si svolgerà con il seguente programma.
Alle 10,30 sarà celebrata la Messa presso la cappella dell’Istituto salesiano, in Via Verdi 22. Alle 11,30, in piazza Norma Cossetto (dedicata a una delle vittime innocenti della strage che colpì gli italiani vittime innocenti della strage che colpì gli italiani di quelle terre), sarà deposta una corona. Alle 18, nella sala “Barbero” del castello degli Acaja, sarà inaugurata la mostra storica, realizzata con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, gentilmente concessa dall’istituto storico di Pordenone “Silente Loquimur”. Alle 20,24, sempre al castello degli Acaja, la giornata si concluderà con la conferenza di Tito Delton, autore del libro “10 febbraio 1947 – Fuga dall’Istria”.
La consigliera comunale Anna Mantini presidente del circolo culturale “Il ragno” commenta: “Per quasi cinquant’anni il silenzio della storiografia e della classe politica ha avvolto la vicenda degli italiani uccisi nelle foibe istriane e l’esodo giuliano-dalmata. E’ una ferita ancora aperta perché è stata ignorata per molto tempo. Solo il 10 febbraio 2005 il Parlamento italiano ha dedicato la Giornata del ricordo ai morti nelle foibe e, da quel giorno, è iniziata l’elaborazione di una delle pagine più angoscianti della nostra storia. Abbiamo organizzato le iniziative del 16 febbraio a Fossano proprio per non dimenticare questa terribile tragedia”.
“Non ci sono tragedie di serie A o di serie B”, afferma il sindaco della città degli Acaja, Davide Sordella. “Nella storia del genere umano si sono purtroppo verificati episodi drammatici, che hanno colpito persone inermi e incolpevoli. Il nostro dovere è non dimenticare, fare tesoro degli errori commessi nel passato per non ripeterli in futuro. Con questo spirito l’Amministrazione ha concesso il patrocinio alle iniziative del 16 febbraio e parteciperà all’evento”.
Idea 11 febbraio 2016